Press "Enter" to skip to content

Alimentazione dello sportivo: idee e consigli pratici

Una corretta alimentazione dello sportivo

Per potersi attenere a una corretta alimentazione dello sportivo, è importante prima di tutto tener presente che ci sono determinati alimenti che possono risultare dannosi per una buona riuscita di una gara.
Inoltre in base alla fatica che bisogna sostenere durante gli allenamenti, si può determinare l’alimentazione nello sport più adeguata.

È essenziale rammentare che il cibo che mangiamo deve servire ad apportare calorie per renderci maggiormente energici, deve tutelare il nostro benessere con l’assunzione di vitamine e minerali, per una giusta regolazione “termica” e per un efficace rinnovamento dei “tessuti”.
L’alimentazione di uno sportivo deve risultare piuttosto diversificata nonché equilibrata, in quanto la componente muscolare unita alla struttura ossea e alla mente devono affiancare nel migliore dei modi l’attività sportiva, indipendentemente da quante volte ci si allena nella settimana.

Ecco perché è essenziale stabilire una buona dieta sportiva, in modo tale da riuscire a tramutare l’alimentazione corretta dello sportivo in forza.
L’alimentazione per lo sportivo include quindi il giusto contributo di carboidrati, proteine e di grassi da trasformare in energia da poter usare mentre si fanno particolari “sforzi”.
Un altro aspetto da considerare e che è aggiuntivo al controllo del cibo è quello concernente le tempistiche giuste per la consumazione dei pasti, ancor più quando ci si trova nelle vicinanze di una gara oppure quando ci si sta allenando per gareggiare.

Cosa deve mangiare lo sportivo

L’alimentazione nello sport è composta da dei precisi alimenti che sono utilissimi per migliorare l’attività “sportiva”, mentre ce ne sono altri che è preferibile evitare perché potrebbero risultare nocivi per la buona riuscita di un esercizio fisico.
L’alimentazione di un atleta deve essere studiata bene perché si deve basare sulla quantità di ore che si dedicano allo sport, al programma e alla cadenza degli allenamenti.

La corretta alimentazione giornaliera deve differenziarsi, includendo considerevoli quantitativi di frutta e di “verdura” stagionale sia cruda che cotta.
L’alimentazione ideale è quella molto calorica e allo stesso tempo che si riesce a digerire senza alcuna difficoltà.

Inoltre nell’alimentazione dello sportivo devono essere presenti i carboidrati, visto che permettono di ricaricare l’atleta di una considerevole fonte energetica. È essenziale idratarsi per non provocare un sovraccarico a livello dell’organismo.

Si suggerisce di mangiare poco ma spesso durante l’intero arco della giornata. Per ottenere una buona condizione “glicemica”, è essenziale consumare degli “alimenti” che hanno molte fibre come per esempio la “frutta” e i “cereali” integrali.

Successivamente a un pasto principale si potrà cominciare l’allenamento non prima che siano trascorse tre ore. Se invece sono passate già diverse ore da quando avete mangiato, allora occorrerà fare un piccolo spuntino idoneo per la quantità energetica che si consumerà durante gli esercizi. Dunque si propenderà per un succo di “frutta” o una fetta di pane con “marmellata” o del “miele”.

L’importanza dell’idratazione nell’alimentazione dello sportivo

L’acqua deve essere erogata correttamente durante l’intera giornata e nel corso degli allenamenti. Le quantità giuste bisogna stabilirle regolandosi con lo sforzo fatto, su quanto si è sudato e sulla durata dell’attività.

Questo è un aspetto indispensabile per rafforzare qualunque esercizio “sportivo”, poiché serve per non far privare l’organismo di sali minerali. Questi ultimi si perdono nel momento in cui si suda parecchio, ecco il motivo per cui è di grande rilevanza bere sia prima degli “allenamenti” o delle gare, ma anche durante e dopo.

Le quantità di acqua o di bevande studiate appositamente per gli “sportivi” ingerite devono risultare minime ma frequenti. In alternativa si può scegliere di bere dei “centrifugati” composti da “verdura” o da “frutta”, in modo da propendere per “bevande” opzionali più sane.

Le norme da seguire per la nutrizione dello sportivo

Si è potuto appurare che l’alimentazione nello sportivo deve essere equilibrata in base all’intensità e alla durata della fase d’allenamento.

Esistono poi delle regole che ogni sportivo dovrebbe seguire accuratamente. Come per esempio quella di non saltare mai la colazione ma nemmeno i pasti principali della giornata. Cambiare le preferenze alimentari e compensare il fabbisogno a livello proteico, mediante il consumo di carne, pesce e uova.
L’integrazione di carboidrati è indicata nella giusta quantità e bisogna diminuire il consumo di sale e di grassi.

Al termine di ogni pasto si consiglia di mangiare della “frutta”. Il consumo delle “fibre” e la giusta quantità d’idratazione si aggiungono alle norme da seguire.
Infine è essenziale dormire “7-8” ore ogni notte, per sentirsi riposati adeguatamente per eseguire gli allenamenti.

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *