Press "Enter" to skip to content

Peli in gravidanza: come gestire la depilazione

Se c’è una cosa che una donna non può fare a meno è la depilazione. Essere sempre in ordine e avere una pelle liscia e senza peli particolarmente durante il periodo della gravidanza può essere non facile, poiché la pelle risulta essere più sensibile, aumenta la comparsa di smagliature e prurito e l’eccessiva secchezza della pelle.

Depilazione in gravidanza: quali tecniche evitare

Quali sono i metodi e il sistema migliore da utilizzare per effettuare la giusta depilazione senza rischi? Durante la gravidanza, a partire dal 4 mese in poi, a causa degli estrogeni, gli ormoni femminili aumentano a dismisura rispetto a quelli maschili, per questo i peli crescono più lentamente, ma, nonostante ciò, la comparsa dei peli può rendere imbarazzante o fastidioso alla vista, e per questo prima di procedere con la depilazione è bene essere informati su come eliminarli.

Fortunatamente ci sono diverse tecniche e modi per eliminare i peli durante la gravidanza, ma sorgono alcune domande: tra queste è preferibile utilizzare l’epilatore elettrico o la depilazione laser o meglio la ceretta? Scopriamo quali sono i metodi più adatti per depilarsi durante la gravidanza e come prevenire i rischi per la propria salute.

Rasoio manuale o elettrico

Il rasoio manuale o la lametta sono il metodo più veloce e meno efficace privo di conseguenza durante la gravidanza, in quanto il pelo non viene estirpato ma semplicemente tagliato. Riuscire a radersi in maniera veloce e semplice può essere un’ottima soluzione ma in termini di efficacia per la rapida ricrescita dei peli non molto!

La lametta è sconsigliata per le zone delicate quali l’inguine, altre parti intime e sul viso, infatti per questo si consiglia di usarla sempre su pelle umida e non su pelle secca in quanto bisogna evitare il maggior rischio di irritazioni e tagli della pelle. Applicare successivamente sempre una crema lenitiva o idratante.

Se invece preferisci usare il rasoio o l’epilatore elettrico ricordati di avvalerti uno dei modelli di ultima generazione per ridurre il trauma e rendere la pelle meno dolorosa. Se non sai quale modello scegliere, e soffri anche di peli incarniti prova a dare un’occhiata a questa guida, dove troverai tutti i consigli pensati per te e la tua salute.

Crema depilatoria

Le creme depilatorie non sono il metodo migliore da usare in gravidanza in quanto sono prodotti che contengono sostanze chimiche e che applicate sulla pelle per pochi minuti (per il tempo stabilito), possono indebolire la struttura della cheratina e spezzare i peli. La crema depilatoria può essere usata in gravidanza ma prestando maggiore attenzione, in quanto non viene assorbita a livello sistemico ma sicuramente sono presenti delle sostanze aggressive, questo infatti può incorrere in irritazione e allergie in gravidanza. Possiamo affermare però che è la soluzione più veloce ma meno da applicare quando si è incinta.

Laser e luce pulsata

La luce pulsata e il laser sono certamente due metodi efficaci e garantiti, ma purtroppo sconsigliati quando sei incinta o se sei all’inizio della gravidanza. Sono sistemi di depilazione che grazie all’energia luminosa bruciano il pelo distruggendo la matrice, a tal punto da rendere incapace una nuova attività di ricrescita.

La luce pulsata o il laser per epilazione possono provocare danni al feto e oltre agli scompensi ormonali che rendono poco efficace i risultati, difatti può verificarsi la presenza dei peli in alcune zone del corpo dove normalmente non sono presenti.

Queste tecniche di fotoepilazione è meglio eseguirli in un altro momento o dopo il post-gravidanza, così gli ormoni si ristabiliscono e non si rischia di incorrere nella comparsa di macchie o altri problemi legati alla pelle.

Ceretta

La ceretta è la tecnica più frequentata e usata da molte donne soprattutto la cera a caldo, ma durante la gravidanza è meglio usare la ceretta a freddo, perché?

La ceretta a caldo rende l’indebolimento dei vasi capillari e non è ideale per le pelli delicate e fragili, a differenza della cera a freddo o delle strisce depilatorie, questo problema è inesistente. Sicuramente la ceretta è una delle tecniche più durature e da preferire rispetto alla crema depilatoria o alla pinzetta, non solo per la soglia del dolore ma è potenzialmente meno irritante per la pelle.

Mentre per le zone piccole e più delicate, la ceretta all’inguine in gravidanza è il miglior metodo per l’epilazione. Un’altra soluzione valida può essere la ceretta araba o orientale formulata con ingredienti naturali tra cui miele, zucchero, acqua e limone, un metodo meno doloroso rispetto al classico strappo in quanto la sua applicazione avviene con basse temperature.

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *